Altre Destinazioni/Locali

Igles Corelli Atman Pescia

“Parlare di musica è come ballare di architettura”, diceva Frank Zappa.
Anche di cucina, dico io dopo la mia prima visita da Corelli

Sinceramente, di questo locale che rappresenta la nuova sfida di Igles Corelli dopo i successi di Trigabolo e Tamerice non mi sento in grado di fare una recensione vera e propria. Non ne sarei in grado o forse ne uscirebbe solo una sequela di aggettivi inutili dal “buono” al “sublime”. Difficile descrivere le sensazioni, il senso di sorpresa ed entusiasmo provati in alcuni momenti.  Ci provero’, non ci riusciro’. Forse mi saranno di aiuto le foto.

Una entree di crema di zucchine, accompagnata da un calice di champagne come benvenuto della casa. Abbiamo scelto due menu’ diversi : ”La sciarpa di Nebbia intorno al collo.” Vs. “Con il Mare negli occhi”

Terrina di fegato grasso | germogli | aria di miele

Tartare di Tonno Rosso Obeso del Mediterraneo |cipolla Giarratana | Neve di argento | Foglia d’ostrica

Il foie gras e’ una delle cose che mangio poco spesso ma che amo molto, sicuramente lo apprezzo. Ma e’ l’espressione di chi mi sta di fronte mentre affronta la tartare di tonno, che mi diverte parecchio. “Devi assolutamente assaggiarla !!!”. Accanto alla tartare, la foglia d’ostrica. “Impressionante” è l’unico termine che mi viene in mente.

Riso Acquerello vintage sette anni | ragù di folaga e germano reale | zabaione ghiacciato di parmigiano


Spinosini fritti e risottati| guazzetto di pomodorini del Piennolo | crostacei
Del mio piatto, il risotto, a colpire e’ il sapore deciso dei due volatili. La cottura del riso, manco a dirlo, perfetta, la nuvoletta di parmigiano si scioglie piano piano. Assaggio gli spinosini ed e’ probabilmente il momento in cui mi viene in mente la frase di Zappa.
in fondo è solo pasta , gamberi o crostacei o checazzoneso’ e pomodoro, come faccio a far capire, scrivendo, che si tratta della pasta , gamberi o crostacei o checazzoneso’ e pomodoro dal sapore piu’ intenso che mi sia mai capitato ?

Germano reale | salsa peperata | carciofo

Trancio di Orata | Spinaci |Melanzana affumicata al Tabacco.

“Tutto molto bello”, sarebbe stata la formula classica. Forse ora, passato l’impatto iniziale, mi stupisce meno il fatto che il germano sia cotto e disossato perfettamente, che i sapori del piatto si sposino in maniera cosi’ armonica.

Se non che.
Se non che, dall’altro lato del tavolo, la domanda “che cos’e’, questa ???”.

– Melanzana, si direbbe, Watson… (Il Fighter con il cappello e la pipa da Sherlock Holmes)
– Non mi piace la Melanzana.
– Datela a me, Watson…

La melanzana di cui sopra e’ stata affumicata.

Molto.
Moltissimo.
Sa di tabacco trinciato. Pipa. Il cacciatore in mezzo alla brughiera, cani che abbaiano verso la preda appena abbattuta.

La sciarpa di nebbia.
Che accidenti ci faceva, nel suo menu’, pero ??? ))

Bavarese al mirtillo | Mousse di cioccolato bianco

Millefoglie gratinato | Crema alla Vaniglia

Preceduti da un piccolo pre-dessert:
morbido di cioccolato | arancia candita.

Per accompagnare i dolci veniamo guidati verso un Dindarello di Maculan. La Millefoglie non sono riuscito nemmeno a vederla da lontano, la mousse di cioccolato e’ simpatica: a vederla pare un ricciolo di panna, ma sa di… Galak !!!

Mentre siamo li’ per chiamare il cameriere e ordinare il caffe’ dalla cucina ci arriva una piccola tartelletta di frolla, ripiena di crema e frutto della passione.

Accanto, una provetta: “Gin Tonic. Ghiacciato. All’azoto liquido”.


E io muoio !!!

Terminato il servizio di cucina c’e’ pure l’occasione per un ulteriore fuori programma: in sala, infatti, e’ presente un troupe del TG3 Emilia Romagna. Attraverso il vetro vediamo lo svolgersi della ripresa, con Corelli che prepara in favore di telecamera e microfono
un germano (molto simile al mio), accompagnato da salsa al cioccolato.

Al momento di andarmene nel ristorante sono (finalmente) saltati gli schemi: Corelli esce in sala, riesco a fargli i complimenti e scambiarci due chiacchiere. Mi fanno assaggiare una birra artigianale di produzione locale e me ne regalano una bottiglia, mi sgocciolano sul tavolo un mestolino di azoto liquido.

Il conto.
I due menù (4 portate) 75 Euro l’uno.
Acqua: 3 Eur
Vino : 34 Eur per 3 calici di Merlot/Chianti + 1 Sauvignon
+ 2 Dindarello scelti e consigliati dal sommelier.
Caffe’: 2×3 Eur.

La soddisfazione di essermi fatto un cosi bel regalo di compleanno, quella, non ha prezzo.
(E meno male che non dovevo scrivere una recensione… )

Atman Ristorante
Chef Igles Corelli.

51017 Pescia, via Roma 4
Telefono 0572 1903678
http://www.ristoranteatman.it/

Annunci

One thought on “Igles Corelli Atman Pescia

  1. Pingback: The Foodie Biker: mezza Italia in due giorni. Da Bologna a Lucca (1/4). | The Foodie Fighter

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...