Bologna/Locali

Belle, bellissime speranze. Uinauino Castel San Pietro (Bo)

Prima o poi lo dovevo scrivere, questo articolo. “Prima o poi” perché se ti pregi di voler fare questa cosa dello pseudo recensore da strapazzo, quando devi parlare di posti che ami più di altri e ai quali ormai sei affezionato, puoi apparire giocoforza un po’ di parte.

Vabbè, chissenefrega.
Di parte o non di parte, di fatto nel giro di meno di due anni dall’apertura il Uinauino ha raccolto riconoscimenti ben più qualificati dei complimenti del sottoscritto cialtrone scribacchino. Di questi tempi, in cui la parola “impresa” assume un significato particolare per chi apre una nuova azienda, si puo’ dire che a Castel San Pietro Michele Cavedagna e famiglia, insieme a uno chef giovane, talentuoso e in continua crescita come Dmitry Galuzin stiano davvero portando avanti una grande impresa, fatta di passione, ricerca, dedizione.
La carta dei vini è ricca di scelta per tutte le tasche, anche volendo esplorare tra Riesling e bollicine, la cucina all’altezza delle aspettative e in continua crescita, il servizio di sala è curato e professionale.

Per citare anche solo sommariamente tutti i piatti che ho avuto modo di provare in questi (quasi) due anni un articolo solo del blog sarebbe certo un po’ strettino, mi limiterò a citare quelli che mi hanno colpito di più, come il Baccalà mantecato polenta ai ceci tartufo nero, provato quasi un anno fa, che ti avvolge di profumo prima ancora di affrontarlo affondanto la forchetta nell’arbanella.

il Tonno ai fumi di erbe aromatiche, che vi giungerà al tavolo coperto da una cupola di vetro con il suo bel fumo bianco, ritrovando, come per il baccalà il gioco dei sensi, arrivare al palato passando per l’olfatto.

e ancora la cucina che esplora la strada delle lunghe cotture, con le Costoline ripiene di patate al tartufo con millefoglie di zucca, cotte sottovuoto per 40 ore a bassa temperatura (“Una volta è saltata la corrente di notte, dovevi vedere Dmitry com’era inca22ato…”)

oppure ancora il recente Foie Gras al marsala pesche caramellate, pan brioche , una roba da urlo, da chiedere il bis, il tris, il poker, non fosse altro per il gusto di provare ad abbinarci ogni volta un vino differente.
Davvero un piccolo, autentico gioiello nel panorama enogastronomico dell’Emilia Romagna, il Uinauino.
Una realtà da seguire con attenzione perché di certo è destinato a crescere. Nel frattempo, da godere appieno.

Enoteca con cucina Uinauino
40024 Castel San Pietro Terme (BO) Via Dei Mille, 8
telefono: 051 948464
Orari di Apertura: Pranzo e cena
Chiuso Domenica e Lunedì
Uinauino.it
Uinauino Castel San Pietro | Facebook

Annunci

3 thoughts on “Belle, bellissime speranze. Uinauino Castel San Pietro (Bo)

  1. Gent.mo , non sono riuscito a capire la firma dell’articolo e di questo me ne scuso, non posso fare altro che ringraziare e assicurare che porteremo avanti questa filosofia di grande ricerca e qualità. Questo è stato da subito il nostro focus oltre al voler creare un locale dove le persone si sentissero coccolate e seguite. Questo non può che venire da una famiglia. Grazie di cuore Michele Cavedagna

  2. Pingback: Update Uinauino – Castel San Pietro (Bo) | The Foodie Fighter

  3. Pingback: The food fighter | UinaUino

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...