Ricette/Sing A Song - Piatti in Vinile.

Reggatta de Blanc, un Cappuccino di Seppie al Nero con i Police.

Dicono che noialtri nati a cavallo tra gli anni’60 e ’70 saremo gli ultimi ad avere dei ricordi in bianco e nero. Avranno anche ragione ma sta di fatto che uno dei miei ricordi in bianco e nero più vivi non è legato alla TV ma, manco a dirlo, a un disco. E’ un “regalo” della mia sorella maggiore, alla quale devo (di nuovo manco a dirlo…) il fatto di aver cominciato ad ascoltare musica “vera” quando i miei coetanei ancora si sollazzavano con il mangiadischi e il 45 giri di “Furia Cavallo del West”. Eccolo qui: la copertina in bianco e nero di “Reggatta de Blanc” dei Police.

Reggatta de Blanc, ovvero “Reggae per i Bianchi”: Bianco e nero, come quella copertina. E’ fitto di hit, quel disco, a partire da Message in a Bottle fino a Bring on the night, ma quella da cercare sul Dizionario della Musica, alla voce “come entrare nella Storia del Rock con un basso e tre note (e mezza…) rimane Walking on the Moon.

“ Giant steps are what you take
Walking on the moon
I hope my legs don’t break
Walking on the moon
We could walk forever
Walking on the moon
We could live together Walking on,
walking on the moon ”

Il Bianco della Seppia, il Nero del suo inchiostro. In tema di musica questa sarebbe una cover: dal genio della premiata ditta Sting, Summers & Copeland a quello di un grande chef: Max Alajmo delle Calandre di Sarmeola (PD). Il Cappuccino di Seppia al Nero è forse la sua ricetta più famosa: seppie, patate ridotte increma, il nero di seppia.
Semplice come infilare una dietro l’altra quelle tre note e mezza, ma vattelo a inventare tu, se sei capace…

“ Walking back from your house
Walking on the moon
Walking back from your house
Walking on the moon
Feet they hardly touch the ground
Walking on the moon
My feet don’t hardly make no sound
Walking on, walking on the moon “

Ingredienti per 4 persone:

· 300 g di seppia pulita
· 450 g di patate pelate a pasta bianca
· 150 g di brodo vegetale
· nero di seppia
· 1/2 bicchiere vino bianco
· 1/2 spicchio di aglio
· 1 Scalogno
· 100 g di panna
· olio EVO
· latte
· erba cipollina

Si taglia la seppia molto fine, quasi tritata a coltello, la si cuoce in padella in un fondo di aglio e scalogno, la si sfuma con il vino bianco e si bagna con con brodo vegetale. Il Nero si aggiunge solo alla fine,quando in padella sembrerà quasi di vedere un risotto all’onda. La crema di patate non e’ altro che un pure’ molto “lento”: si lessano le patate cubettate immerse nel latte, si frullano nel mixer di ammorbidendo con un la panna liquida e regolando di sale.

Il “mio” cappuccino l’ho composto in una coppa da martini cocktail: le seppie nere sotto, la crema di patate sopra, guarnito con erba cipollina tritata e un filo d’olio. “Keep it up, Keep it up…”

“ Some may say
I’m wishing my days away
No way
And if it’s the price I pay
Some say
Tomorrow’s another day
You stay
I may as well play “

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...