Bologna/Locali

Amarcord all’ombra delle 2 torri. Osteria Vini D’Italia.

Ci sono posti che, nonostante il passare degli anni e i cambi di gestione, fai sempre un po’ fatica a immaginare diversi da come li ricordi ai “tuoi” tempi, anni che ricordi come ruggenti, anche se magari non lo sono sono stati per davvero, per il semplice motivo che sono stati i tuoi. Dici “Vini d’Italia” e la memoria corre  immediatamente agli anni a cavallo tra gli ’80 e i ’90, a Vespe che si muovono a due sacchi di miscela per volta, bomber verdi, tavolacci di legno, crostini misti e le prime bottiglie di vino in compagnia. Esteticamente, da allora, non è cambiato molto in quel locale all’angolo tra la Via Emilia e Viale Lenin. Il perlinato old style è ancora lì, i tavoli di legno pure, le scansie con i vini, ci mancherebbe, ci sono ancora anche quelle.

Tutto come una volta o quasi, verrebbe da dire. E invece è proprio quel quasi a fare la differenza tra i Vini dei tempi che furono e la versione 2.0. Un “quasi” che ha gli occhi pieni di vitalità di Irina Steccanella, cuoca giovane e di talento, che persegue un obiettivo talmente semplice da risultare ambizioso: preservare la tradizione della cucina bolognese.

C’è tanta passione a spingere Irina lungo questo percorso, una passione che si percepisce prima ancora che dai piatti dalle parole, dai gesti, da quel muoversi sicura nella sua piccola cucina. Disponibile, sorridente, al termine del servizio affronta la clientela a viso aperto e pare quasi più contenta di ricevere una critica, se ben piazzata, piuttosto che un complimento tanto per. La sua cucina guarda avanti, lontano, ma lo fa con i piedi per terra, con la consapevolezza che senza le basi ben solide nella tradizione non si va da nessuna parte.

clip_image005

Le sue Tagliatelle al Ragù, banco di prova e base di partenza per chiunque voglia sfidare la secolare tradizione culinaria all’ombra delle Due Torri, sono ormai un bestseller: la fotografia migliore rimane quella del loro “ricordo”, con il piatto appena sporcato del pochissimo unto residuo. La corrispondente versione al sugo di cipolla e pomodoro, quasi un friggione, vale una seconda visita. Ma il comparto primi piatti non si ferma alle tagliatelle: tirati direttamente dal ferro vi potrebbero capitare in un fortunato fuori menù, i passatelli alla crema di parmigiano, pinoli e tartufo nero, oppure, preparati a mano, tortelli con crema di scalogno e formaggio di Fossa.  E pure una carbonara da far dimenticare che esistono strade che portano a Roma.

clip_image004

Buone notizie anche alla voce secondi piatti: l’onnipresente Battuta di Fassona di Zivieri viene servita in versione semplice che più semplice non si puo’, c’è la classicissima Cotoletta alla Petroniana, altro standard sul quale mettersi alla prova, ma Irina riesce a rendere speciale anche un semplice uovo con su una grattatina di tartufo bianco, e fa sorridere la scelta di inserire in carta un paio di piatti dedicati agli amici chef più celebrati, dai quali c’è sempre qualcosa da imparare: la Ciambotta di Mario Ferrara e l’Ossobuco con Salsa Gremolada di Max Poggi.

clip_image002

Sempre che avanzi un po’ di spazio, dopo tanto bendiddio, si puo’ affrontare un dolce. Io ci sono riuscito solo alla terza visita e con adeguata preparazione. Pero’ devo dire che la Zuppa Inglese, servita nel caratteristico barattolo ermetico, valeva la pena di tenersi corti sull’antipasto.

clip_image003

Una parolina per i vini: l’intestazione parla chiaro, questa è principalmente un’enoteca, l’offerta è adeguata e peraltro supportata da personale all’altezza. In via di revisione le bollicine, con preannunciato orientamento verso Oltralpe.

Conto medio intorno ai 30 Euro tutto compreso. L’entusiasmo di Irina e la gioia di vederla pedalare come una matta in cucina, quelli sono gratis.

Osteria Vini D’Italia

Via Emilia Levante, 142
40139 Bologna (BO)

Tel. 051-51.15.09

Web: www.osteriaviniditalia.it/
Fb: Osteria Vini d’Italia

Annunci

2 thoughts on “Amarcord all’ombra delle 2 torri. Osteria Vini D’Italia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...