Bologna/Locali

Mangiare al Mercato. La cucina a metro zero del Banco 32.

clip_image002

Ne avevo già parlato in occasione dell’apertura a metà marzo e mi ero ripromesso di testarlo quanto prima e l’occasione per capitare in centro un venerdì a pranzo non si è fatta attendere. Prima scoperta: meglio presentarsi per tempo, evidentemente l’idea di pranzare dentro il Mercato delle Erbe non è piaciuta solo al Foodie, ma i venti minuti di attesa prospettati prima di sedersi sono una buona scusa per fare due passi tra le botteghe e i banchi circostanti, a cominciare da quello antistante della Pescheria Tinarelli che del “32” è uno dei fornitori principali e fare il pieno dei profumi, delle voci e dei colori del mercato.

clip_image003

Gradevoli il bianco e il turchese dei colori predominanti nell’arredo, il locale si sviluppa per la lunghezza del bancone con gli sgabelli, più un’altra parte di tavolini. L’atmosfera è informale, l’eco degli ampi spazi del mercato dona al tutto un’aria particolarmente vitale, bella.

L’intento dichiarato è quello di ricalcare quanto già accade nel resto Europa, dove è normale la presenza di locali di questo tipo, inseriti nelle strutture dei mercati alimentari, ma si strizza un occhio anche alla tradizione iberica delle tapas o ai tipici bacari veneziani, ove è uso recarsi a qualsiasi ora per consumare un bicchiere di vino accompagnato da uno stuzzichino.

clip_image004

Il menù del giorno viene deciso sulla base delle disponibilità dei prodotti sui banchi del mercato. Pesce, ma non solo, in tutto 7/8 piatti: una zuppa o un minestrone, un’insalata un po’ particolare, sformati, le voci scritte sulla lavagna non sono mai banali e gli ingredienti sempre all’insegna della stagionalità. Dalla carta giornaliera scegliamo il Cartoccio di alici e verdure a julienne fritte: asciutto, croccante e tutto sommato di quantità adeguata come portata unica da pranzo. Gli spaghettoni di Gragnano al Ragù di Seppia sono una sostituzione al volo dopo che il vicino di tavolo mi ha ordinato sotto il naso gli ultimi tagliolini neri ai gamberi. Peccato, ma si fanno perdonare ampiamente.

clip_image005

Da bere due calici scelti dalla lavagna. La proposta spazia tra bollicine di qua e di là dalle Alpi, vini di tutti i generi fino a un paio di birre artigianali e il prezzo è segnalato sia al bicchiere che alla bottiglia. Rinunciamo a fatica al dolce: se la Tarte Tatin alle Pere con gelato alla crema che mi sono visto passare a pochi centimetri è tanto buona quanto invitante la prossima volta non mi sfuggirà.

BANCO 32

via Ugo bassi 23 c\o Mercato delle Erbe
ingresso anche da via San Gervasio 3/A

40121 Bologna
8.00 – 22.00
Telefono
051 269522
3392211172
3485529775

Annunci

One thought on “Mangiare al Mercato. La cucina a metro zero del Banco 32.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...