Ricette/Sing A Song - Piatti in Vinile.

“Non piangere, Salame…”

Pezzo Vintage, Piatto Vintage. Dici Formula Tre e pensi a uno dei matrimoni di più grande successo della storia della musica italiana: i testi e le musiche di Mogol/Battisti, le dita magiche di Albero Radius. Ad ascoltarlo con un po’ di spirito critico pare la dimostrazione pratica del concetto che sarà anche facile fare successo con un pezzo facile, a patto di essere capaci di inventarselo, un pezzo facile. Un riff di cinque_note_cinque e un testo, magari anche non ispiratissimo, ma con qualche cosa di particolare, in grado di attirare l’attenzione dell’ascoltatore anche solo per un attimo, ma che rimanga.

Eppur mi son scordato di te
come ho fatto non so
una ragione vera non c’e’ lei
era bella pero’
un tuffo dove l’acqua e’ piu’ blu
niente di piu’
eh eh eh eh eh

clip_image002

Esatto: il salame, proprio lui. E chissà ma se qualcuno glielo ha mai chiesto, a Mogol, come accidenti gli era venuto in mente di infilare nel testo della canzone quell’espressione così colloquiale, quasi paterna, così come nessuno ha mai capito se quel “non piangere” fosse riferito al tradimento narrato nel testo oppure a quella oscena rima “dei capelli verderame” in agguato di lì a poche parole avanti. Altri tempi. Tutto era più bello, nel 1971 e la gente digeriva qualsiasi cosa (compresa la nascita del sottoscritto…)

ma che disperazione nasce
da una distrazione era un gioco
non era un fuoco
non piangere salame dai capelli
verde rame e’ solo un gioco
e non un fuoco
lo sai che t’amo
io ti amo veramente

SALAME DI CIOCCOLATO

  • 150 gr biscotti secchi : Oro Saiwa, Oswego, più secchi sono, meglio è.
  • 80 gr di zucchero
  • 100 gr burro
  • 1 uovo
  • 75 gr di mandorle
  • 50 gr cacao amaro in polvere
  • 1 cucchiaio di rhum

Con il frullino elettrico montare il burro ammorbidito con lo zucchero fino ad ottenere un composto soffice e cremoso, aggiungere l’ uovo ed il cacao  . Poi aggiungere i biscotti e le mandorle sbriciolati. Amalgamare bene e aggiungere il rhum. Formare il salame e avvolgere nella pellicola trasparente facendo in modo che sia bello compatto. Far riposare in frigorifero per almeno 6 ore  prima di servirlo.

eppur mi son scordato di te
non le ho detto di no
t’ho fatto pianger tanto perche’ io
sono un bruto lo so
un tuffo dove l’acqua e’ piu’ blu
niente di piu’
eh eh eh eh eh

clip_image003
ma che disperazione nasce
da una distrazione
era un gioco
non era un fuoco
non piangere salame dai capelli
verde rame e’ solo un gioco
e non un fuoco
lo sai che t’amo
io ti amo veramente

 

Annunci

One thought on ““Non piangere, Salame…”

  1. Foodie…il salame al cioccolato mi ha riportato parecchio indietro nel tempo. Quando si organizzavano le feste di compleanno per noi bambini e oltre ai regali, ognuno portava anche qualcosa da mangiare. Feste semplici, cibo semplice. Non le torte di pasta di zucchero, ma salame al cioccolato, pizzette, paninetti. Che tuffo nel passato. Che nostalgia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...