Bologna/Eventi/Locali

Franciacorta Underground. Non solo Bolle con Casa Caterina @ Giro di Vite – Bologna.

Reportage per immagini e parole di una serata molto particolare, in compagnia di vini e personaggi altrettanto particolari.

clip_image004

Rifiutare le convenzioni in ragione della propria libertà di pensiero e azione ha un suo prezzo. Vinificare in terra di Franciacorta ma chiamarsi volutamente fuori dalla denominazione è una scelta coraggiosa, e non si puo’ dire che ai fratelli Del Bono il coraggio manchi. Scelte nette, talvolta estreme, a partire da quella del biodinamico fino alla decisione, nelle annate in cui la qualità del raccolto non abbia fornito i risultati attesi, di saltare letteralmente l’annata di produzione di un prodotto della gamma. Vini estremi, lunghe permanenze sui lieviti, tagli a volte insoliti, per un risultato che spesso divide chi li beve in maniera altrettanto netta quanto le scelte che a quel risultato hanno portato.

clip_image006

Altrettanto sfidante, dunque, la scelta delle portate in accompagno ai 3 vini protagonisti della serata. Estremo, certo, lo Stecco di Mortadella Arrostita ricoperta di Cioccolato Fondente e Pistacchio, una vera illuminazione il Pacchero Soffiato e Mousse di Mortadella al Tartufo con Granella di Nocciole, entrambi bene abbinati al Cuvée 60 Brut Nature 2009 , Blanc de Blanc Dosage Zero, Chardonnay 100% – 60 mesi sui lieviti

clip_image008

Per accompagnare ed esaltare la versatilità del Rosé Antique Brut 2002 Pinot Meunier 100% non dosato – 9 anni di permanenza sui lieviti – niente di meglio che una strana coppia carne/pesce formata da Frittura di Seppia e Costina d’Agnello a Scottadito, unite e separate da un baffo di Salsa alla Mostarda Cremonese. La bolla aiuta a sgrassare e ben si accorda con entrambe.

clip_image010

L’ultima portata della serata è un altro piccolo colpo di genio: una reinterpretazione del Risotto allo Zafferano, che diventa una morbida salsa sulla quale adagiare la Scottona brasata lungamente a bassa temperatura. E naturalmente si sposa benissimo con il Vita Grama 2004 – Merlot 60%, Cabernet Franc 35%, Cabernet Sauvignon 5%, in versione Magnum, che a dispetto del nome risulta altrettanto piacevole quanto il piatto e vi si lega benissimo.

clip_image012

In finale di degustazione un paio di dessert: Sbrisolona mantovana con salsa al cioccolato e gelato alla Liquirizia che la Fragola, mela, mousse di cachi si rivelano all’altezza del resto della cena.

clip_image014

In finale una parola per i protagonisti: conoscevo Aurelio del Bono e i suoi vini, degustarli in sua presenza è stata ancora una volta un’esperienza piacevole e divertente, a dimostrazione se mai ce ne fosse bisogno che il vino rispecchia il carattere e la personalità di chi lo produce. Era invece la prima volta nella piccola enoteca di Via delle Fonti e probabilmente non sarà l’ultima. “Good Vibrations” dalla cucina, pregevole la ricerca delle materie prime, il tutto supportato da una carta dei vini ragguardevole e da un servizio competente e cortese. Pollice alto.

clip_image015

ENOTECA GIRO DI VITE

Via delle Fonti 45/b
Bologna

051 / 354 6171

Enotecagirodivite.it

CASA CATERINA VINI NATURALI
Via Foina 32,
Mmonticelli Brusati(BS)
328/4781701

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...