Eventi

La Sfoglia Tira – Il Confronto si Allarga – La finale è servita.

IMG_0568Epica. Non ci sono altre parole per definirla. Aperta da un emozionante ricordo e la dedica della serata in nome del critico gastronomico Stefano Bonilli – scomparso l’estate scorsa – proseguita con la consegna di un premio speciale al Ristorante Diana di Bologna da parte dell’Associazione tOur-tlen per l’opera di divulgazione e promozione della gastronomia bolognese nel mondo, la finale dell’edizione 2015 della sfida culinaria tra Bologna e Modena si è conclusa sostanzialmente con un pareggio nella gara per categorie e la riconferma di Lucia Antonelli della Taverna del Cacciatore di Castiglione Dei Pepoli come Regina del Tortellino Tradizionale. Ma aldilà dei risultati è stata davvero una grande festa alla quale hanno partecipato, per la gioia di un pubblico di buongustai entusiasti, le brigate di cucina dei migliori ristoranti delle due province.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Tortellino tradizionale, Tortellino creativo, Tortelloni, Lasagne: queste le quattro le categorie sulle quali sono state chiamate a esprimersi una giuria di esperti presieduta dal Gastronauta Davide Paolini e una giuria popolare composta dal pubblico dei partecipanti alle serate di selezione. A sfidarsi i vincitori usciti dalle rispettive “primarie” di gennaio: la campionessa uscente Lucia Antonelli , Carlo Alberto Borsarini (Ristorante La Lumira) , Francesco Carboni (Ristorante Acqua Pazza) , Irina Steccanella di Vini d’Italia in rappresentanza di Ristoassociazione tOur-tlen , contrapposti a Claudia Ricchi (Antica Trattoria Ponte Guerro) , Rino Duca (Grano di Pepe) , Emilio Barbieri (Strada Facendo) , Carlo Gozzi (L’Incontro) a sostenere i colori del Consorzio Modena a Tavola. Una partita impegnativa per i protagonisti da ambo i lati – cucina e sala – dove si sono succeduti gli otto assaggi accompagnati dai vini del Consorzio Vini Colli Bolognesi e Consorzio Marchio Storico dei Lambruschi Modenesi.

Agguerrite sì, le due compagini, ma altrettanto pronte a collaborare l’una con l’altra nei momenti critici. Uniti nel nome di quella passione tanto forte che gliela si legge negli occhi, in ogni goccia di sudore, nello sforzo quasi atletico di saltare a due mani una padellata di tortelloni, un esercito in chemise che si muove rapido per il grande salone allestito a cucina. Pentole fumanti, sorrisi, visi tirati di concentrazione: vederli all’opera è bello quasi quanto godere del frutto del loro lavoro, seduti alla grande tavolata nella Sala del Podestà di Palazzo Re Enzo, due città unite a celebrare una tradizione di convivialità e di buon vivere che di queste terre sono da sempre una delle forze trainanti.

Gran finale e proclamazione dei vincitori insieme ai dolci di Gabriele Spinelli e Gino Fabbri, fresco vincitore della Coppa del Mondo di Pasticceria a Lione, a sottolineare, se ce ne fosse mai stato bisogno, quanto l’Emilia sia oggi più che mai luogo di richiamo votato all’eccellenza enogastronomica. Onore e applausi ai trionfatori

· Miglior tortellino tradizionale : Lucia Antonelli – Taverna del Cacciatore – tortellini in brodo di manzo e gallina.

· Miglior tortellino reinterpretato : Francesco Carboni – Ristorante acqua pazza – tortellini di razza e acciughe, burro e tartufo, fiori di broccolo e la sua salsa.

· Miglior tortellone : Carlo Gozzi – L’Incontro – Tortello di ricotta e bietole con coste croccanti.

· Migliore lasagna : Emilio Barbieri – Strada Facendo – Ma?…gna la Lasagna.

festeggiati da tutti i colleghi, modenesi e bolognesi, partecipanti alle eliminatorie, che hanno lavorato fianco a fianco per tutta la serata. Un bello spettacolo, per tutti un’emozione da ricordare e da ripetere ancora

La manifestazione è stata realizzata con il patrocinio del Comune di Bologna, Bologna City of Food, Camera di Commercio di Bologna, Camera di Commercio di Modena, CNA, Ascom, Bologna Welcome, CheftoChef emiliaromagnacuochi, la main sponsor di Felsineo – LA Mortadella, il supporto di Caffè di Leonardo Lelli, Agricola Caretti, Il Forno Calzolari, Partesa, Aceto del Duca, Spadoni, Cereria Resca e la collaborazione di I.I.S. BARTOLOMEO SCAPPI di Castel San Pietro, Consorzio Vini Colli Bolognesi e Consorzio Marchio Storico dei Lambruschi Modenesi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...