Eventi/The Foodie Biker - I Diari della MotoForchetta

Fudstock, la Summer of Food che sarebbe piaciuta anche a Jimi, Joe e Janis.

20150628_Fudstock_Evidenza
La strada, le curve splendide dell’Appennino tra Emilia e Toscana, la piana, la salita. Per il Foodie finalmente in versione biker già solo per la scelta del luogo e della via per raggiungerlo valeva la pena di muoversi dal di là dell’Appennino per esserci, a Fudstock, l’evento enogastronomico organizzato e fortemente voluto da Cristiano Tomei, vulcanico chef dell’Imbuto di Lucca insieme all’amico Lido Vannucchi, artista tra i più valenti interpreti fotografici del mondo del food, in collaborazione con l’Azienda Agricola Croco e Smilace.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Al loro fianco una squadra di amici prima ancora che colleghi : cuochi provenienti dalla Provincia di Lucca e oltre, insieme a produttori di cose buone ma soprattutto vere:  Il pane, i formaggi, i salumi, le marmellate, i mieli, testimonianze tangibili dell’amore delle persone per la terra a cui si dedicano. E poi loro, “noi”, il pubblico, il popolo degli appassionati, fedeli di un culto fatto di bicchieri tintinnanti, di selfie e fotocamere puntate su piatti di carta, di sorrisi e strette di mano, di “Ah, ma sei tu ?”, di voglia di esserci, di stare insieme agli altri, di cose buone.

Questo è stato e voleva essere Fudstock: la celebrazione della liturgia pagana della grande famiglia dei foodies, un rito che si rinnova di volta in volta, in un ristorante, in una cantina, nella cascina di un casaro, financo in un borghetto sperduto tra le colline toscane, addentando direttamente dalle mani una pancia di manzo appena uscita dal fuoco, che mica ho tempo di cercarmi una forchetta. E’ l’espressione della passione sana per il buon cibo, il buon bere, il buon vivere, celebrazione di un gesto primordiale, quello di cucinare, che della cucina di Cristiano Tomei rappresenta la cifra stilistica.

Alla fine della giornata, riordinando le idee dentro il casco durante il ritorno, mi viene immediato ripensare allo spirito di aperta collaborazione, di scambio di idee e all’atmosfera vissuta di forte vicinanza tra i due lati del bancone, quello di chi sta dalla parte di quelli che cucinano e di quelli che mangiano, ma sopra ogni cosa la sensazione tangibile di non avere solo partecipato, ma di essere stato parte di qualcosa di completamente diverso da tutti gli altri eventi food, tanto per la location quantomeno inusuale che per lo spirito, a cavallo tra il caos organizzato e la semi-anarchia, con l’accoppiata Tomei & Vannucchi presenti dall’inizio alla fine al centro del campo di battaglia a condurre le operazioni col megafono in mano. The Summer Of Food Numero Zero è finita, andiamo in pace con la certezza che anche Jimi Hendrix, Joe Cocker e Janis Joplin ne sarebbero stati orgogliosi. Buon Fudstock 2016 !!!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...