Foodie's speaker corner

Gluten-free ? Sì, grazie. Storci presenta il tortellino per tutti.

Appoggio

In tempi recenti, in occasione della visita al Gluten-Free Expo di Rimini, abbiamo già avuto modo di sottolineare quanto il mercato dei prodotti senza glutine sia vasto e articolato e costituisca per il Foodie un mondo in parte ancora da esplorare. Proprio alla Fiera di Rimini, tra le varie aziende e i prodotti presenti, ho avuto modo di comprendere più da vicino lo sforzo e l’investimento a monte di un prodotto che in particolare, può dirsi emblematico di come il mondo della gastronomia tradizionale si stia muovendo nei confronti dalle nuove e crescenti necessità nutrizionaliespresse dal mercato e di come l’utilizzo delle moderne tecnologie sia determinante in questo processo di avvicinamento.

Questo slideshow richiede JavaScript.

E’ completamente gluten-free il tortellino per il quale l’azienda Storci di Parma, leader nel settore delle macchine per la pasta, propone un innovativo e completo sistema di produzione in grado di impastare, sfogliare e confezionare.  La ricerca di un risultato finale in grado di soddisfare appieno le aspettative del consumatore, proponendo un tortellino il più possibile vicino a quello tradizionale, ha richiesto da parte dell’azienda un investimento ingente in termini di tecnologia e sperimentazione: l’assenza del glutine come elemento “legante”ha di fatto imposto di reinventare letteralmente una sfoglia che avesse le medesime caratteristiche di elasticità e consistenza di quella classica, mantenendo una formulazione corretta ed equilibrata sia per quanto riguarda gli aspetti nutrizionali sia per quanto concerne gli ingredienti utilizzati, al fine di alterare il meno possibile il gusto.

Come nel caso di altri prodotti di pasta privi della componente glutinica, per il tortellino made in Storci sono amido di mais e farina di riso( oltre a una parte di farina di piselli ) a comporre la miscela base appositamente studiata in collaborazione con Molino Grassi, ma è la fase di realizzazione dell’impasto quella dove, grazie alla combinazione tra la particolare modalità di lavorazionedegli ingredienti e l’azione di agenti enzimatici di esclusiva origine naturale, si concretizza nel risultato di una sfoglia abbastanza elastica da poter essere lavorata nelle successive fasi di sfogliatura e  chiusura.

Già, la chiusura. Personalmente ho sempre trovato parecchio affascinante vedere in azione le macchine automatiche nell’atto di “creare” un prodotto: più piccolo è l’oggetto in questione, più forte la voce della domandache spontaneamente mi scaturisce dalla mente: “ma come fanno?”. Nel caso del tortellino gluten-free prodotto con i macchinari Storci, la curiosità si fa ancora più grande, dovuta al fatto che si tratta di un prodotto davvero inedito e dalla formulazione particolarmente innovativa.

Per comprendere meglio il lavoro che è stato fatto in Storci è necessario specificare come la maggior parte delle paste ripiene in commercio, in particolare i prodotti di largo consumo reperibili presso la GDO, siano i cosiddetti “pinzati”, quelli cioè in cui in fase di chiusura tortellini, tortelloni, cappelletti e simili vengono chiusi tramite pinzatura delle estremità ottenute dopo la prima piegatura, rivolgendole verso l’esterno. Nel caso del tortellino Storci, invece, il tradizionalissimo ripieno composto da lombo di maiale, mortadella, prosciutto e parmigiano-reggiano viene avvolto e richiuso con precisione millimetrica secondo la stessa modalità che abbiamo visto mettere in pratica dalle nostre nonne e il risultato finale è davvero stupefacente: all’esame visivo solo un occhio bene allenato sarebbe in grado di distinguere la differenza.

E se all’assaggio risulta assolutamente all’altezza dei concorrenti di stampo industriale dalla formulazione classica, il tortellino gluten-free si dimostra interessante anche sotto il profilo della conservazione: il risultato del processo produttivo elaborato da Storci, pur non prevedendo alcuna fase di stabilizzazione (pastorizzazione o passaggi ad alta temperatura) è un prodotto di lunga durata e versatile rispetto alle modalità di confezionamento e conservazione scelta dall’acquirente dell’impianto: surgelato, fresco da banco frigo oppure secco e costituisce una valida alternativa per chi non vuole rinunciare al piacere di un “vero” tortellino in qualsiasi ambito, dalla cucina di casa alla ristorazione.

Storci spa
Pasta Machinery
via Lemignano, 6
43044 Collecchio (Parma)
tel. +39.0521.54.36.11
fax. +39.0521.54.36.21
storci@storci.com
storci@pec.storci.com

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...