Bologna/Eventi

Al Mercato di Mezzo di Bologna arriva l’arte della pizza napoletana di Rossopomodoro.

20160428_121714-1170x658

Rossopomodoro apre la nuova pizzeria al Mercato di Mezzo di Bologna e presenta in anteprima ai bolognesi l’arte della vera pizza napoletana,  candidata  a diventare Patrimonio Immateriale dell’Umanità dell’Unesco, con un happening aperto a tutti nel cuore gastronomico della città, attraverso una degustazione gratuita dalle 19 alle 21 in via Clavature 12. Nel luogo che è diventato il punto di riferimento della gastronomia di qualità di Bologna arriva la pizza napoletana, ovvero la tradizione partenopea si presenta ai bolognesi con tutto il suo gusto originario, sia nella preparazione, sia nell’utilizzo di ingredienti rigorosamente italiani e di altissima qualità, grazie alla passione e allo studio sugli impasti del campione del mondo di pizza , Davide Civitiello, che ne rinnova e innova l’eccellenza esaltandone i sapori e la storia. Civitiello, riconosciuto ambasciatore nel mondo della pizza napoletana contemporanea, presenta in questa occasione l’impasto a lunga lievitazione maturato in madia di legno e a temperatura ambiente, anche in versione arricchita con farina integrale e con farina Caputo tipo 1.

La pizza Rossopomodoro, facilmente digeribile grazie al procedimento naturale di maturazione, è stata gustata da 184 mila visitatori dell’Expo e da più di 8 milioni di clienti che ogni anno scelgono la qualità e, non ultimo, l’accoglienza esperienziale dei luoghi Rossopomodoro nel mondo. Perché la pizza, questa Pizza, è cultura, storia e nella sua straordinaria semplicità arte, e come tale Patrimonio Unesco da salvaguardare.

file2“L’idea che l’arte della pizza sia napoletana esiste già nella testa delle persone. Bisogna solo renderla esplicita e, come si dice oggi virale”. Franco Manna, Presidente di Sebeto SpA, sintetizza il percorso che in un anno ha portato a raccogliere un milione di firme per sostenere la candidatura dell’arte dei pizzaiuoli napoletani a Patrimonio Immateriale dell’Umanità: “Nei 10 Paesi dove Rossopomodoro è presente abbiamo avuto un consenso immediato nel sostenere con una firma l’equivalenza tra pizza, arte dei pizzaioli e Napoli”, continua  Manna. “Se riusciremo a portare questo stesso entusiasmo tra i commissari dei 195 Paesi che dovranno decidere sull’iscrizione dell’arte dei pizzaioli nelle liste dell’Unesco, nel 2017 saremo tutti insieme sugli Champs Elysées a Parigi a cantare per il traguardo raggiunto. Intanto oggi siamo a Bologna a festeggiare con una nuova apertura di Rossopomodoro la pizza napoletana, quella verace, con il cornicione.”

“Siamo orgogliosi di questo nuovo arrivo – sottolinea Tiziana Primori, amministratore delegato di FICO Eatalyworld, che ha dato vita al progetto del Mercato di mezzo – che arricchisce e completa l’offerta di eccellenze del Mercato e della città del cibo. Si apre oggi una collaborazione importante, che porta anche a Bologna la cultura e la tradizione della vera pizza napoletana, probabilmente il piatto più celebre del nostro Paese in tutto il mondo: un’arte, quella della pizza, che merita sicuramente il riconoscimento Unesco e che vogliamo promuovere ed esaltare. La grande cucina italiana è fatta anche di innovazione e incontri, e al Mercato di Mezzo la pizza di Rossopomodoro si unirà al meglio dell’enogastronomia locale”.

“Credo che uno spazio come il Mercato di Mezzo, vivace e capace di offrire ai visitatori un’ampia gamma dei migliori prodotti agroalimentari italiani, rappresenti la giusta collocazione per Rossopomodoro, un’azienda che valorizza con successo sia la genuinità degli alimenti sia la tradizione della gastronomia italiana – aggiunge Giancarlo Tonelli direttore generale di Confcommercio Ascom Bologna – A Bologna il turismo enogastronomico sta ottenendo risultati più che soddisfacenti anche grazie all’apertura di nuove attività imprenditoriali che, con passione e professionalità, commercializzano e promuovono prodotti e piatti di qualità, nati dall’esperienza che la cucina e il settore gastronomico  italiano vantano in tutto il mondo”.

fileIl segreto della vera pizza napoletana consiste nella lavorazione dell’impasto, nel suo lungo riposo in madia di legno controllato da un orologio che comunica il tempo trascorso. Ogni cliente di Rossopomodoro sa quindi quanto tempo è trascorso dall’avvio dell’impasto, uno dei parametri fondamentali per assaporare una pizza veramente digeribile, che non è inferiore alle 24 ore. Al Mercato di mezzo, oltre alle pizze classiche, c’è la Mortadella e panzarotto con mortadella IGP, provola affumicata, panzarotto di patate e granella di pistacchio di Bronte. Da innaffiare con una speciale selezione di Lambrusco di Sorbara Dop da vitigni della frazione di Bomporto. La cottura della pizza è effettuata con il forno a legna che a Bologna indossa una nuova veste e si richiama direttamente alle riggiole, cioè le piastrelle tradizionali, del Monastero di Santa Chiara. Un vestito che ricorda i colori del cielo e del mare di Napoli disegnato da Franco Manna. “

Davide Civitiello è a capo di una brigata di pizzaioli e di un team di sala composto da bolognesi ed emiliani che hanno ricevuto una formazione specifica: 20 persone che hanno approfondito la conoscenza  della pizza napoletana verace. Al Mercato di Mezzo gli appassionati di pizza potranno assaporare l’esperienza del saper fare artigianale  secondo tradizione dai profumi partenopei, ma potranno anche imparare l’arte di questo antico sapere, iscrivendosi da venerdì 29 aprile ai corsi gratuiti di Scuola di Pizza di CASA Rossopomodoro al Mercato di Mezzo con una semplice prenotazione, accreditandosi in Pizzeria.

Dalle ore 17 di giovedì 28 aprile il food truck di Rossopomodoro che sosterà  nella piazzetta di fronte alla Chiesa della Vita (oppure via De’ Musei) e farà assaggiare ai Bolognesi la pizza napoletana di Davide Civitiello e inviterà tutti a prendere parte alla festa di apertura della sera.

La pizzeria Rossopomodoro dispone di 60 posti a sedere con servizio e anche, come nel  format del Mercato di Mezzo, la possibilità di accomodarsi in tavoli condivisi. La formula del prendi e porta a tavolo è resa più comoda dall’App che avvisa sul proprio telefonino quando la pizza ordinata è pronta. Scaricando l’App Rossopomodoro è possibile usufruire del servizio di alert e scegliere il tavolo anche al di fuori della sala della pizzeria.

Recupero delle tradizioni e dei prodotti, formazione sull’artigianalità e i mestieri, apertura verso il mondo di ciò che il Belpaese per sua natura possiede ed offre. Promozione e investimenti sulle aperture di luoghi in Italia e nel mondo, come quello di Rossopomodoro a Bologna, che divengono luogo virale della diffusione di cultura italiana, rappresentano la possibilità più grande per riaffermare quell’unicità data dall’eccellenza per proteggere dalla contraffazione, qualificare il patrimonio gastronomico ed agroalimentare del Made in Italy.

UFFICIO STAMPA SEBETO

Clelia Martino

Milano Via Fabio Filzi 41- cell. 3492694580 – cleliamartino@rossopomodoro.it

UFFICIO STAMPA & PUBLIC AFFAIRS BOLOGNA

Francesco Maria Gallo
cell. 373-8541868 francescomaria.gallo@fmgandpartners.com

UFFICIO STAMPA MERCATO DI MEZZO –

Paola Minoliti cell. 335-7884721 –paola.minoliti@alleanza3-0.coop.it

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...