Bologna/Locali

Il fascino discreto della Bassa. Osteria del Mirasole, San Giovanni in Persiceto.

mIRASOLE1200

Quali sono gli ingredienti per un locale di successo ? Esiste una formula scientifica in grado di garantire contemporaneamente tavoli pieni a ogni servizio, incassi soddisfacenti e l’apprezzamento di pubblico, critica e siti di social-evaluation, il tutto senza scadere nella banalità, nel modaiolo o nell’inseguire e compiacere il cliente a tutti i costi ? Franco Cimini e Anna Caretti, in quel di San Giovanni in Persiceto, sembrano aver trovato la risposta.

Questo slideshow richiede JavaScript.

E’ l’equilibrio, probabilmente, il segreto del successo del Mirasole, un equilibrio tanto perfetto quanto naturale quello tra i due coniugi Cimini. Come tante altre tra le grandi coppie della ristorazione Franco e Anna stanno agli antipodi l’uno dell’altra ed è probabilmente questa la forza più grande del loro sodalizio: alla presenza importante – per fisico e personalità – del consorte chef, al suo quasi piratesco incedere, domatore di fuoco e braci dalla fluente barba nera, l’espressione bucaniera da simpatica canaglia e l’onnipresente sigaro nei momenti fuori ordinanza, la signora Anna contrappone il garbo e la grazia con cui accoglie e accompagna gli avventori lungo tutto il tempo della permanenza a tavola.

Il risultato è un’alchimia praticamente perfetta che fa del Mirasole un luogo nel quale per l’avventore sentirsi a proprio agio è cosa assolutamente normale, coccolato nel calore dei caminetti (ne troverete in ogni sala) nell’attesa di gustare quelle specialità che hanno fatto della cucina tradizionale emiliana un patrimonio da difendere, tra grandi classici e primi piatti di pasta preparata a mano, accompagnati da condimenti per i quali vale la pena anche di lasciare la via classica dei ragù e dei brodi per scoprire – per dirne una – quei pici ai broccoli e pancetta che saranno probabilmente la sorpresa più piacevole di tutto il pranzo.

Storia, cultura, civiltà. Una tradizione di accoglienza che si respira, che trasuda dai muri e dalle suppellettili di questa piccola osteria di provincia, figlia di un rapporto con il territorio forte e presente, persino nella toponomastica. Da Persiceto, ovvero “campo delle pesche” fino a Decima – cioè la parte di raccolto un tempo spettante all’erario – passando per Campazzo e Manzolino, qui ogni cosa, persino i nomi dei paesi, parla di un passato e di un presente dove il legame con la terra è solido abbastanza da metterci la faccia: la cura per le materie prime è garantita in prima persona dall’Azienda Agricola Caretti, di proprietà della famiglia di Anna, principale fornitore della Real Casa da cui provengono tutte le carni, i salumi e i formaggi utilizzati nella cucina del Mirasole.

Appunti finali riguardo il conto: al Mirasole non si spende poco. Non sono il primo e probabilmente non sarò nemmeno l’ultimo a dirlo. In particolare se si pensa di stare a metà strada tra due capoluoghi il prezzo da pagare è decisamente più allineato a quanto si spenderebbe in centro a Bologna, per mangiare e bere allo stesso livello. Ma sarà sufficiente una visita sola per convincersi che la strada percorsa tra le nebbie e il sovraprezzo valgono decisamente il (piccolo) sacrificio.

Osteria Del Mirasole 

Via Giacomo Matteotti, 17,
40017 San Giovanni in Persiceto BO
Telefono: 051 821273

Orari:
Lunedì Chiuso
Da martedì a domenica
12:30–14:30, 19:30–23

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...