Altre Destinazioni/Eventi

Dalla coscia alla tavola, passando per una “finestra”. L’eccellenza del Prosciutto di Parma celebra se stessa in un grande Festival.

Parmaaaaaa

Un grande prodotto per una grande terra, un’occasione per celebrare una delle esclusività dell’enogastronomia non solo locale, ma vanto squisitamente italiano: il Festival del Prosciutto di Parma, giunto quest’anno alla sua ventesima edizione, è stato questo e ancora tanto di più. Simbolicamente aperto dal Re del Cioccolato, il maestro Ernst Knam, accompagnato sul palco nell’occasione dai Sindaci di Parma e di Langhirano Federico Pizzarotti e Giordano Bricoli, insieme al Presidente del Consorzio del Prosciutto di Parma Vittorio Capanna oltre ad autorità di spicco delle istituzioni, anche quest’anno  il Festival ha avuto come madrina e conduttrice di tutti gli eventi ufficiali la giornalista TV Francesca Romana Barberini.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Grande spazio – nell’ambito della manifestazione –  ai Produttori del Consorzio del Prosciutto di Parma, presenti nelle giornate del 2 e 3 settembre a Langhirano presso la Cittadella del Prosciutto di Parma , un grande spazio allaperto dove i mastri prosciuttai hanno avuto modo di presentare le proprie creazioni, al fianco di una ricca proposta di degustazioni guidate, abbinamenti e laboratori del gusto. Spazio inoltre ai Prosciutti dal mondo ,  interessante rassegna di prosciutti di qualità provenienti da diverse aree del mondo, occasione di confronto ad alto tasso di qualità.  Significativa la presenza anche in città a Parma , dove per tutto l’arco della manifestazione il Bistrò del Prosciutto di Parma è stato il centro degli eventi e delle degustazioni a tema organizzate nel centro del capoluogo.

A corollario di un calendario ben ricco di appuntamenti all’insegna della gastronomia, dello spettacolo e della cultura il Festival si protrae ancora per il fine settimana successivo del 16-17 settembre, con l’iniziativa Finestre Aperte, il ciclo di tour e degustazioni gratuiti organizzati direttamente nei luoghi e nelle aziende di produzione del Prosciutto di Parma, un’occasione quanto mai ghiotta (è la parola giusta) per vedere da vicino tutto il ciclo di lavorazione, dalla coscia all’affettatrice passando per la selezione, la salatura e le diverse fasi della stagionatura, ma soprattutto per scoprire i segreti di uno dei prodotti più imitati e più buoni del mondo, grazie a uno degli elementi in assoluto meno riproducilibil al mondo, l’aria che passa attraverso le finestre…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...