Bologna/Eventi

Maratona quinta edizione, un Clown tra le Stelle. Il racconto e le immagini.

2017MaratonacoverTante foto e poche parole perché di parole, per descrivere l’esperienza di passare due giorni insieme a loro, ce ne sono poche. Loro sono famiglia Guizzardi e la tribù di chef e appassionati che ogni anno chiamano a raccolta per la Maratona di Cucina più folle d’Italia, un evento che ormai è diventato un classico, nato nel 2013 per sfida o per gioco, giunto quest’anno alla sua quinta edizione, più travolgente che mai, vissuto ancora una volta tra momenti di grande cucina, divertimento e coinvolgimento – in alcuni casi persino in primissima persona, con il Vostro irriverente fuffblogger impegnato a pagliacciare dietro il banco-palcoscenico, indegnamente inserito in un roster di cuochi stellati e pasticceri campioni del mondo, ma tant’è: la Maratona è un grande Circo e tra un acrobata e un domatore è giusto che ci sia spazio anche per i clown.

Questo slideshow richiede JavaScript.

No, non ci si riesce a raccontarla tutta, a fare una cronaca dettagliata, di una cosa così. Si può solo ragionare per emozioni, per momenti, per quanto sia appassionante, divertente, spericolato, essere sempre sul filo dei minuti, su e giù per le scale dal soppalco ai set fotografici allestiti nel retro, di corsa con il telefono in mano per documentare l’evento: non è facile tenere il ritmo di due giorni così tirati, tra una nevicata e i mille imprevisti che potenzialmente si porta dietro un evento così complesso. Gestire una sessantina di sessioni di cucina dal vivo, non è certo impresa facile, ma con Gianni al comando, supportato dal fratello Mauro, dal figlio Giacomo e da una pazientissima signora Magda, diventa un piacere anche chiudere la prima giornata alle 4 ed essere lì di nuovo il mattino seguente, certi che sarà ancora una grande giornata.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Missione compiuta anche per quest’anno, dunque, con i 10 Euro moltiplicati per tutta la passione degli intervenuti direttamente girati al Gruppo Hospice Seragnoli, nell’ambito della continuazione dei progetti in essere e per la realizzazione di quelli futuri, a partire dall’Hospice Pediatrico Bellaria progettato da Renzo Piano. Un risultato importante anche quello di quest’anno, frutto dell’impegno e del contributo a titolo gratuito di ristoranti, chef e pasticceri partecipanti, così come le materie prime e i prodotti d’eccellenza, dai vini alle birre, dai salumi ai formaggi fino all’Aceto Balsamico Tradizionale, offerti dai produttori, dai vignaioli e dagli artigiani che anche questa volta non hanno voluto mancare all’appuntamento con la solidarietà messo in piedi dai Guizzardi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...